?>

Tutela ambientale

Conoscenza, rispetto e tutela dell’ambiente sono il cardine delle attività di Quarta Coordinata che promuove sul territorio progetti di salvaguardia della biodiversità, educazione di adulti e bambini e di ricreazione in loco di habitat naturali.

IL BANCO DELLE SEMENTI

Il Banco delle Sementi vuole essere una risposta concreta alla domanda: “Cosa posso fare nel mio piccolo per salvaguardare la biodiversità?”.

Con il supporto scientifico del Dipartimento di Ecologia del Territorio dell’Università di Pavia (DET), ricerchiamo nelle province di Milano e Lodi e mettiamo in sicurezza semi di varietà vegetali – selvatiche e orticoltifere – in via di rarefazione ed estinzione.

Le sementi raccolte vengono riprodotte nelle aree verdi delle scuole già parte della Rete dei Biodiversiti, nelle serre del Carcere di Opera e della Cooperativa sociale Yabboq;  siamo inoltre impegnati in una campagna di promozione della biodiversità sul territorio: parte dei semi raccolti serviranno infatti alla riconversione dei terreni degli agricoltori locali e in parte alla buona pratica degli orti condivisi e della rimessa in circolo delle eccedenze. Catalogo semi

Il progetto è reso possibile dal programma “Gioventù in azione” del DG Istruzione e Cultura dell’Unione europea che finanzia l’azione “Giovani tutori di semi” grazie al quale l’associazione ha potuto costituire una piccola squadra di giovani che si dedica alla ricerca di sementi nelle campagne che circondano la città.

L’EDUCAZIONE NELLE SCUOLE: I BIODIVERSITI

Quarta Coordinata coinvolge le scuole d’infanzia, primarie e secondarie del lodigiano e dell’area sud di Milano nel  progetto di educazione ambientale BIODIVERSITI Rete delle Scuole per la Biodiversità.

il progetto persegue due principali obiettivi:

  1. Riqualificare i giardini delle scuole trasformandoli in luoghi ad alta biodiversità, adatti alla riproduzione di piante e  animali in via di rarefazione o estinzione;
  2. Permettere agli studenti di imparare le scienze naturali “dal vero”, attraverso l’esperienza diretta

Attraverso orti sinergici e laghetti didattici, la realizzazione di aree boscate e siepi con specie autoctone, l’estrazione di essenze da piante officinali, l’osservazione e lo studio degli ambienti ad alta Biodiversità ricreati nei giardini delle scuole, i bambini e i ragazzi coinvolti imparano ad amare e rispettare la Natura.

BIODIVERSITA’ e RINATURAZIONI

La biodiversità rappresenta un prerequisito essenziale per la Vita: ogni specie, varietà e singolo essere vivente è infatti portatore di un patrimonio genetico unico e irripetibile, necessario all’evoluzione e alla vita.

La biodiversità riscontrata oggi sulla Terra è il risultato di 3.5 miliardi di anni di evoluzione, ma negli ultimi cento, con l’aumentare delle pressioni dell’Uomo sull’ambiente, essa ha subíto una notevole diminuzione. Questo può aver effetti inimmaginabili.

È la variabilità genetica, ad esempio, ad aver permesso sino ad oggi la continuità dei raccolti e la disponibilità di bestiame e pesce sulle nostre tavole: sul lungo e medio periodo la sua riduzione diventerà un vero problema di sussistenza. La scomparsa di specie inoltre va a tutto discapito dell’abbondanza di princìpi attivi e sostanze da usare in medicina e nell’industria. Ma soprattutto, la mancanza di un ricco giacimento di ecosistemi, razze e varietà vegetali, incrinando i meccanismi base dell’evoluzione, mette a repentaglio il futuro stesso del Pianeta.

Tra le attività dell’associazione vi sono la progettazione, la realizzazione e la gestione di interventi di riqualificazione e rinaturazione di spazi pubblici e privati,  trasformandoli in aree ad alta biodiversità, luoghi di rifugio e riproduzione di piante e animali  locali in via di rarefazione o estinzione.

L’incessante avanzare della modernità lascia dietro di sé spazi dimenticati, sfuggiti all’occhio avido dell’uomo. Spazi in cui in cui ancora si può respirare la “dimensione eterica e vitale della Natura”, la Quarta Coordinata.

L’associazione – che proprio da qui prende il nome – si occupa di salvaguardare questi spazi bonificandone il terreno e introducendovi essenze di pregio ambientale, seguendone poi la crescita e lo sviluppo.